Grandma Menna’s Kitchen: Apple fritters

Think about Tuscan cakes and sweet things. What comes in your mind? Maybe panforte, Siena ricciarelli, cantuccini and vinsanto, castagnaccio… these are all traditional elements.
But for my family? Which are our typical puddings? So I closed my eyes and I started thinking at granny: granny baking something sweet, making something to cuddle me, to strengthen me (as a child, believe me or not, I was skinny!), to conquer my greedy child heart.
So I came across my birthday cakes, soft sponge cake filled with custard crème and chocolate, or zuppa inglese, my favourite sweet thing during child tea time in winter.
Then the sweet and delicate flavour of apple fritters came into my mind: granny used to make them when I was a little child, when I used to sleep next to the stove, when I was ill at home from school, wrapped in a woolly blanket.
They used to be our comfort food since my father told me he always had apple fritters when, as a child, he was ill at home.


No wonder at all: just eggs and apples, you surely have them in a country house, don’t you?
When my sister was a child, we changed cake since her favourite one was a rolled thin sponge cake with custard crème: what a fun and chatty little girl, but sooo picky!
And so, after many years, granny and I decided to make them again, our apple fritters… and I suddenly found myself a child, wrapped in a heavy woolly blanket, cuddled by my grandma with hugs and sweet things.


::::: APPLES FRITTERS :::::

  • Golden apples, 2
  • egg, 1
  • flour, 2 tablespoons
  • beer, 2 tablespoons
  • salt, 1 pinch
  • extra virgin olive oil, 1 just under a tablespoon
  • icing sugar
  • olive oil to fry

Whip the egg in a bowl, add a pinch of salt, flour, extra virgin olive oil and beer: if needed, add a tablespoon of water to make a smooth but not too liquid batter. It is supposed to wrap up the apples, not to slip down!
Peel the apples, core them paying attention not to break them and cut the apples into thin horizontal slices of 1 cm.
Heat the olive oil in a large frying pan. The right moment to fry the apples is when the oil starts to smoke, as grandma says. Dip the apple slices into the batter and fry in the hot oil until cooked through and golden on both sides.
Transfer the cooked apples to a plate lined with paper towel. Sprinkle with some icing sugar and serve warm.

Share Button

Comments

  1. Onde99 says

    Sicuramente apprezzo molto di più le tue frittelle di mele, rispetto al rotolo alla crema di tua sorella! E capisco benissimo come tu le possa associare al comfort food, cosa che secondo me vale un po' per tutte le preparazioni con le mele, che sono consolatorie per definizione…

    [Rispondi]

  2. dolci a ...gogo!!! says

    adoro i dolci con le mele ma le fritelle!!!!!!! le preparava anche mia nonna e noi impazzivamo al solo profumo!!quanti ricordi…..buonissime e di sicuro le proverò juls,baci imma

    [Rispondi]

  3. Fra says

    mamma che buone le frittelle di mela, le adoro!!!!…non c'è niente di meglio per risollevare l'umore e coccolarsi un po'
    Un bacione
    fra
    PS io faccio Menna di cognome, magari siamo parenti ;D

    [Rispondi]

  4. Micaela says

    ciao cara, bentornata dalla Puglia!!! anch'io adoro le frittelle di mele seppure non le prepari spesso!!! adesso mi hai fatto tornare la voglia di prepararle unbacione.

    [Rispondi]

  5. furfecchia says

    bentornata carissima!
    delle frittelle di mela ho un vago ricordo di quando ero piccola, ma era mia mamma che le preparava!
    … le fragole non sono della stessa provenienza delle altre… ahaha!

    [Rispondi]

  6. manu e silvia says

    Ciao! ce ne passi una? anche se il fritto non è proprio l'ideale in questa stagione..le tue frittelle sembrano proprio buonissime!
    un bacione

    [Rispondi]

  7. s. stockwell says

    We just love this warm cuddly idea! We have never had apple fritters before? Something new to try. We love our posts. Best, s

    [Rispondi]

  8. Carolina says

    Ciao cara!
    Io le adoro… Come mi piacciono!
    Per me hanno il sapore di famiglia…
    Le ho fatte anch'io questo inverno e a casa le hanno divorate!
    I fiori di gelsomino sono perfetti per accompagnare le frittelle nella foto.
    Un bacio.

    [Rispondi]

  9. Marina says

    Che profumino queste frittelle di mele! Senti Juls ma anche nella zona tua si fanno gli "arvoltoli" che sarebbero delle frittelle (larghe e tonde come una pizza di circa 20 cm di diametro) di farina, acqua e vino. Le faceva mia nonna di Perugia.

    [Rispondi]

  10. Juls says

    @ Onde: concordo! però poi io mangiavo anche il docle di Claudina!

    @ Francesco: e menomale che l’ho postata, allora!

    @ Imma: vero? Sanno proprio di dolce della nonna! Baci

    @ Fra: ma dai??? Pensa te! Io la chiamavo Menna perché Marcella non riuscivo a dirlo!

    @ Micaela: grazie grazie! Preparale e fammi sapere!

    @ Dada: vabeh, lo stomaco lo mandiamo in ferie e noi mangiamo le frittelle!

    @ Mariarita: vedi queste nonne! Uguali dappertutto! Baci

    @ Silvia: ah ah ah! Che brava la tua mamma!

    [Rispondi]

  11. Juls says

    @ Manu e Silvia: certo! Un bel piattino! Ve lo meritate proprio!

    @ S.Stockwell: never had before? You must try them, they are really cuddly and cozy!
    Thank you for your kind words!

    @ Carolina: ciao cara Caro!! Hai ragione, hanno il sapore della famiglia, e in effetti sono più invernali, ma con questi freddi di questi giorni… why not?

    @ Sara: prestissimissimo metto il resoconto sulla Puglia!

    @ Marina: mai sentiti gli arvotoli, devo interrogare nonna! Baci!

    @ Chiara: ma grazie! Finalmente un po’ di dolce! Mi mancava! Baci!

    [Rispondi]

  12. Nicole says

    Carissima la mia Juls! non te la cavi mica così senza raccontarci nulla della Puglia!!Belle queste frittelline, mi ricordano un dolce simile delle mie zone che mangiavamo solo il giorno di ferragosto , delle palline con dentro pezzetti di mela favolose. Rimango sempre più affascinata dalla tua rubrica sulle ricette toscane!!! Ti mando un bacione!!
    P.s. aspetto una tua email!!!

    [Rispondi]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>